Piano Stralcio Assetto Idrogeologico (PAI)

Con l’adozione del PGRA (Piano di Gestione del Rischio Alluvioni), il PAI (Piano stralcio Assetto Idrogeologico) ha visto modificato i  propri contenuti per quanto riguarda la pericolosità idraulica. Per quanto riguarda il bacino dell’Arno i temi relativi alla pericolosità e rischio idraulico, con lo scopo di semplificarli ed aggiornarli secondo i disposti europei (direttiva “alluvioni” 2007/60/CE e Dlgs 49/2010), sono trattati nel PGRA e nella relativa disciplina di piano.

Il PAI mantiene i propri contenuti e le proprie norme d’uso per quanto riguarda la pericolosità ed il rischio da frana nel bacino. Quindi il PAI “frane” è lo strumento del Piano di Bacino per l’individuazione delle aree a pericolosità da frana, e impone agli strumenti pianificatori locali vincoli e condizioni per l’analisi del territorio. Le norme di PAI continuano a mantenere la loro operatività  rispetto alla pericolosità idraulica per quanto non espressamente in contrasto con la Disciplina di PGRA ed in ogni caso per tutti gli articoli della normativa facenti riferimento a pericolosità e rischio da frana.

frana_TerranuovaBracciolini_Poggilupi (1)

Contatti

Dott. Geol. Lorenzo Sulli – l.sulli@appenninosettentrionale.it – 05526743244

Dott. Geol. Giovanni Montini – g.montini@appenninosettentrionale.it – 05526743226

Dirigente – Dott. Geol. Marcello Brugioni  – m.brugioni@appenninosettentrionale.it – 05526743220

PEC: adbarno@postacert.toscana.it