web-dl

17 febbraio 2017, nasce l’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Settentrionale

Il 17 febbraio 2017 entra in vigore il decreto del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare n. 294 del 25 ottobre 2016 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 27 del 2 febbraio 2017) in materia di Autorità di bacino distrettuali.

Tale decreto, ai sensi dell’art. 63 comma 3 del d.lgs. 152/2006, dà avvio alla riforma distrettuale ed è finalizzato a disciplinare le modalità e i criteri per il trasferimento del personale e delle risorse strumentali e finanziarie dalle vecchie Autorità di bacino alla nuova Autorità distrettuale.

Dal 17 febbraio 2017 risultano soppresse, per espressa disposizione di legge (rif. art. 51 comma 4 della legge n. 221/2015), tutte le Autorità di bacino di cui alla legge 183/1989 e quindi anche l’Autorità di bacino del fiume Arno, sostituita dall’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Settentrionale.

A tal riguardo, il decreto ministeriale all’art. 12 contiene importanti disposizioni, volte a garantire la continuità delle funzioni tecniche e amministrative delle soppresse Autorità di bacino, nelle more del completamento della riforma e del perfezionamento del d.p.c.m., previsto all’art. 63 comma 4 del d.lgs. 152/2006, con il quale si darà l’avvio operativo ai nuovi enti.
Il nuovo impianto organizzativo che scaturisce dalla legge n. 221/2015 e dal decreto n. 294 razionalizza e semplifica le competenze del settore, con l’esercizio da parte di un solo ente – l’Autorità di bacino distrettuale – delle funzioni di predisposizione del Piano di bacino distrettuale e dei relativi stralci, tra cui il Piano di Gestione delle Acque e il Piano di Gestione del Rischio Alluvioni, a livello di distretto idrografico. Si tratta di una riforma importante e attesa da tempo, che a regime rafforzerà indubbiamente la governance complessiva del settore.


Ai sensi della legge n. 221/2015 cambia anche il territorio di riferimento del Distretto Idrografico dell’Appennino Settentrionale, che da oggi comprende i bacini liguri, il bacino del Magra, il bacino del Serchio e tutti i bacini toscani dal Carrione all’Albegna, con esclusione del bacino del Fiora (che passa al Distretto Idrografico dell’Appennino Centrale).

La nuova estensione del Distretto Idrografico dell’Appennino Settentrionale (L. 221/2015)

 

Dalla data odierna vengono quindi interrotti gli aggiornamenti del sito “www.adbarno.it”: per ogni informazione e notizia più recente, si rimanda al sito web dell’Autorità di Bacino Distrettuale (www.appenninosettentrionale.it). Queste pagine rimarranno comunque consultabili per un adeguato periodo di transizione.

IN PRIMO PIANO

Pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DPCM per l’approvazione del Piano di gestione del rischio di Alluvioni dell’Appennino Settentrionale

  Nella Gazzetta Ufficiale n. 28 del 3 febbraio 2017, è stato approvato il DPCM per l’approvazione… [more]

Pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DPCM per l’approvazione del Piano di gestione del rischio di Alluvioni dell’Appennino Settentrionale Pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DPCM per l’approvazione del Piano di gestione del rischio di Alluvioni dell’Appennino Settentrionale

Evento di lancio del progetto Proterina 3 Evolution

Si è svolto a Corte, nei giorni 8 e 9 febbraio, l'evento di lancio del progetto Proterina 3 Evolution,… [more]

Evento di lancio del progetto Proterina 3 Evolution Evento di lancio del progetto Proterina 3 Evolution

Pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DPCM per l’approvazione dell’aggiornamento del Piano di gestione delle Acque dell’Appennino Settentrionale

Nella Gazzetta Ufficiale n. 25 del 31 gennaio 2017 è stato approvato il DPCM per l'aggiornamento del… [more]

Pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DPCM per l’approvazione dell’aggiornamento del Piano di gestione delle Acque dell’Appennino Settentrionale Pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DPCM per l'approvazione dell'aggiornamento del Piano di gestione delle Acque dell'Appennino Settentrionale